Bimbi&Dogs-Soft

70.00

20 disponibili

Categoria:

PROGRAMMA

Programma mensile Percorso”soft”

  • 2 Incontri collettivi
  • 2 Allenamenti individuali monitorati
 Sabato alternati dalle 15.00 alle 17.00: 

Ore 15.00 – 15.30  Binomi composti da Ragazzi e cani , guidati dagli educatori, introducono i cani per la preparazione iniziale ed il riscaldamento.

Ore 15.30 – 16.15  Esercizi

Ore 16.15 – 17.00  Agility Zone

 +compreso,su appuntamento, 2 incontri individuali  al mese di 45 minuti per  allenamento monitorato dagli educatori. 

Un corso di Agility/Jumping Dog prevede:

Un incontro bi-settimanale con l’educatore cinofilo.

Card Ingresso al campo mensile per le sessioni di allenamento.

Regolamento

L’Agility, disciplina aperta a tutti i cani, consiste nell’ affrontare diversi ostacoli con lo scopo di evidenziare il piacere e l’agilità del cane nel collaborare con il conduttore. Si tratta di una disciplina sportiva che favorisce un’ottima integrazione del cane nella società.
Questa disciplina implica un’ottima armonia tra il cane e il suo conduttore che porta ad una intesa perfetta tra i due.

Risultati immagini per dog agility clipart

Tipi di prove, gradi e classi d’altezza

Sono previste due tipi di prove di Agility:

 

Le prove ufficiali riconosciute dallo CSEN sono aperte a tutti i cani meticci e non, di età superiore ai 18 mesi.
Tutti i binomi che partecipano a qualsiasi prova riconosciuta dallo  dovrà essere in possesso del codice binomio.
Sono previste due tipologie di prove ufficiali:
Agility: comprendente gli ostacoli con zone di contatto.
Jumping: senza ostacoli con zone di contatto.
Le gare nazionali sono divise in due gradi:
Agility/Jumping Junior: è il grado di partenza aperta ai cani che non hanno ancora ottenuto le qualifiche necessarie per il passaggio in Agility/Jumping Senior.
Agility/Jumping Senior: aperta ai cani che nel grado Junior hanno ottenuto o 3 Podi con qualifica “Eccellente Netto” o 5 qualifiche “Eccellente Netto” senza podi;
Per la prima iscrizione ad una gara CSEN il binomi saranno iscritti nel grado Junior per chi gareggia nel circuito ENCI nei livelli Debuttanti, 1° Brevetto e chi non ha mai gareggiato, o nel grado Senior per chi gareggia nel circuito ENCI nei livelli 2° o 3° Brevetto. I binomi che alla prima iscrizione sono nel Grado Junior dovranno raggiungere i requisiti richiesti al comma precedente di questo articolo.
Il grado è legato al binomio; non al conduttore e non al cane. Questo vuol dire che un cane può gareggiare in un grado con un conduttore e in un altro grado con un altro conduttore. E vinceversa. Per esempio un cane che normalmente gareggia in Senior con un conduttore, se portato da un altro conduttore dovrà partire la propria carriera da Junior. Allo stesso modo un conduttore che normalmente con un cane gareggia in grado Senior, con un cane diverso dovrà partire dal grado Junior.
L’organizzazione può prevedere, se non interferisce con il corretto svolgimento della prova, una prova di Avviamento all’Agility consistente in un giro di Jumping più palizzata (di seguito definita come Speedstakes) e una prova di Jumping con massimo 12 ostacoli ciascuna.
In questa prova il tracciato disegnato dall’Esperto Giudice dovrà essere semplice e fluido.
Per tutti i binomi le altezze degli ostacoli dovranno essere quelle previste per la categoria 300, a prescindere dall’altezza dei cani al garrese.
Slalom e pneumatico non potranno essere usate in questo tracciato.
Questa prova non fornisce punti validi per nessun campionato e non ha carattere agonistico.
A questa prova possono iscriversi tutti i cani con età superiore a 12 mesi.
Per accedere alla finale del Campionato Italiano Assoluto Agility CSEN è necessario accumulare nell’anno almeno 6 punti campionato in max 10 gare disputate in quell’anno nel proprio grado.
I concorrenti che durante lo svolgimento del campionato dovessero passare dal I al II livello ENCI, non possono passare al grado Senior. Il passaggio a questo grado infetti è possibile solo mediante il raggiungimento dei requisiti

 


NORME AGGIUNTIVE

  1. Per binomi aggiuntivi appartenenti allo stesso nucleo familiare la quota prevista è ridotta del 50% rispetto al programma  scelto.
  2. I cani che partecipano alle attività e la regolamentazione dei rispettivi ingressi durante gli orari è a discrezione dello Staff.
  3. Nel caso che l’utente non disponga di un cane proprio, può accordarsi con lo staff.
  4. Gli accompagnatori potranno richiedere delucidazioni sulle specifiche del programma, direttamente allo staff.
  5. Lo staff si riserva ogni decisione  ai fini della sicurezza e dell’iter destinato al raggiungimento degli obiettivi.